TORNEO DI BEACH VOLLEY

Il progetto “la scuola d’estate” è stata occasione per il Dipartimento di scienze motorie per organizzare una serie di attività che non è stato possibile realizzare in questi lunghi mesi di didattica online.

I nostri studenti si sono trovati a scegliere tra una nutrita varietà di progetti ideati dai vari dipartimenti, con la possibilità di partecipare a più di uno tra questi.

In particolare il Dipartimento di scienze motorie ha proposto: un torneo di beach volley, trekking in ambiente naturale e la realizzazione di una coreografia con base musicale da realizzarsi all’interno dei locali della scuola.

Martedì, 15 giugno si è svolto, presso i campi di Via Capitan Marchisio, il torneo di beach volley.

7 sono state le squadre partecipanti che si sono sfidate durante la mattinata, divise in due gironi: il girone A composto da 3 squadre e il girone B composto da 4 squadre.

Le squadre erano composte da tre elementi e il nome che le identificava è stato “rubato” alla matematica e/o alla fisica.

Le prof.sse Patrizia Bussi e Roberta Testa hanno coordinato la competizione che si è avvalsa della collaborazione di due studentesse della classe 3 ad indirizzo sportivo nel ruolo di arbitro: Elisa Trombotto e Ilenia D’Amico.

Tra il pubblico numerosi compagni/e che non hanno potuto iscriversi al torneo, che hanno, però, accompagnato i set di gioco con il loro tifo.

Grazie all’azienda INALPI è stato possibile omaggiare tutti i partecipanti di una shopper bag termica con una nutrita selezione di prodotti.

La finale ha visto schierate le agguerrite formazioni degli “infinito al cubo” (Pietro Castagno 4^D – capitano, Daniele Bermani 4^D e Alice Besso 4^K) contro i “+ e -” (Matteo Elia 4^E, Jacopo Fumero 4^E e Carlotta Nicola 3^A – capitano).

Il team degli “infinito al cubo” si è aggiudicato per 2 set a 0 il premio a sorpresa: un pallone da beach volley a testa.

La competizione è stata sicuramente un elemento importante del torneo, ma le docenti coinvolte non hanno potuto fare a meno di rilevare la gioia e i sorrisi dei ragazzi nel ritrovarsi tra pari e nel condividere un momento di sana attività all’aperto.

Prof.ssa Patrizia Bussi

Liceo Bodoni - Saluzzo